RECENSIONE: "Principessa in teoria" di Alyssa Cole


Titolo: Principessa in teoria
Autore: Alyssa Cole

Serie: Reclutant Royals #1

Editore: HarperCollins Italia
Pagine: 320
Prezzo: € 6,90
Goodreads | Amazon

TRAMA:
Tra la scuola di specializzazione e diversi lavoretti, Naledi Smith non ha tempo per le favole, così quelle e-mail insistenti che sostengono che lei sia la promessa sposa di un principe africano fanno tutte la stessa fine: cestinate.
La sua storia le ha insegnato a dare credito solo a stessa e alla scienza, non certo a proclami digitali. Ma quando incontra l'affascinante Thabiso, la razionalità cede al sentimento, l'attrazione è istantanea e l'amicizia si trasforma rapidamente in notti appassionate.
Per i due giovani, però, il destino potrebbe essere già scritto
.


LA MIA OPINIONE:

Se si è cresciuti in guardando pellicole come Il principe cerca moglie, Pretty Princess e Cenerentola, è veramente difficile non rimanere attratti da Principessa in teoria sin da una prima lettura della trama.
La storia di Naledi e Thabiso, giovani protagonisti del romanzo di Alyssa Cole, sono infatti due ragazzi che incarnano perfettamente le caratteristiche che hanno permesso a tutte queste storie di entrare nel cuore di intere generazioni.
Una ragazza oberata di lavoro, un bel principe alla ricerca della moglie perfetta e del benessere del proprio Paese, e un viaggio dall'Africa agli Stati Uniti che si trasforma in un'esperienza "in disguise" ricca di umorismo e incomprensioni

Tutte queste premesse sono colte dall'autrice per creare una storia divertente e accattivante che, pur ricalcando immagini già viste al cinema e in letteratura, si presenta come un soffio di aria fresca all'interno del panorama editoriale.
I personaggi, sia principali che secondari, mostrano infatti caratteristiche e peculiarità che riescono a contraddistinguerli da cliché ben noti. I ruoli "standard" e convenzionali lasciano spazio a modelli e funzioni inedite che delineano una linea narrativa innovativa e dinamica.
È dunque possibile rintracciare stereotipi e motivi ripetuti nella tradizione, ma questi vengono utilizzati come base da arricchire con ulteriori elementi che allontanano luoghi comuni e narrazioni banali.


Proprio per questo motivo, sebbene Principessa in teoria sia un romanzo appartenente al genere rosa-romantico, le sue pagine si rivelano una lettura adatta anche a chi normalmente non apprezza storie incentrate prevalentemente sull'aspetto sentimentale.
Arricchendo il contesto narrativo "tradizionale", Alyssa Cole arriva infatti a trattare molte tematiche serie e autorevoli, creando presupposti di interesse anche per tutti coloro che cercano contenuti di maggior spessore rispetto alle usuali peripezie passionali.

Uno delle varie tematiche che viene sviluppata sin da subito con particolare attenzione è senz'altro quella della rappresentazione di minoranze sociali e razziali.
Troviamo infatti personaggi di colore, ambientazioni e tradizioni non-occidentali, e donne impegnate in campi STEM.
Si presentano inoltre spunti di riflessione su relazioni queer e i privilegi socio-economici riservati alle classi più abbienti - concetti che rimandano a considerazioni tanto attuali quanto paradossalmente sottovalutate da gran parte della narrativa contemporanea.

Ma l'equilibrio tra leggerezza della narrazione e profondità delle tematiche non è l'unico punto di forza del romanzo della Cole. La sua potenzialità si manifesta anche sull'enfatizzazione dell'importanza di famiglia e amicizia, che vengono presentate nelle dinamiche parentali della famiglia reale di Thabiso e nella realtà quotidiana di Naledi.
In quanto orfana, la cosa che la protagonista ha più vicino ad una famiglia è infatti la sua migliore amica Portia, con cui ha una relazione è tutt'altro che perfetta. Pur avendo un legame profondo con importanti dimostrazioni di affetto, viene delineata anche la complessità che rispecchia situazioni reali, ovvero quelle incomprensioni e difficoltà di comunicazione che sostengono il detto "non è bello se non è litigarello".

Consigliato a chi cerca una storia leggera, romantica e divertente, senza voler però rinunciare a spunti per più profonde riflessioni dal carattere culturale e socio-economico.

━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━
Si ringrazia la casa editrice per la copia digitale del romanzo!

Vi incuriosisce questo romanzo? Riconoscete anche voi delle "vibes" di Il principe cerca moglie, Pretty Princess e Cenerentola?
Fatemi sapere!

A presto,
Silvia

2 commenti:

  1. Sembra così carino come libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente; è una storia carinissima! Non vedo l'ora di leggere quelle che ci verranno proposte nei prossimi volumi della serie ✨

      Elimina

Powered by Blogger.