RECENSIONE: "La Canzone di Achille" di Madeline Miller

12:43


Titolo: La Canzone di Achille
Autore: Madeline Miller

Editore: Sonzogno/Feltrinelli
Pagine: 382
Prezzo: € 11,00
Goodreads | Amazon

TRAMA:
Dimenticate Troia, gli scenari di guerra, i duelli, il sangue, la morte. Dimenticate la violenza e le stragi, la crudeltà e l'orrore. E seguite invece il cammino di due giovani, prima amici, poi amanti e infine anche compagni d'armi - due giovani splendidi per gioventù e bellezza, destinati a concludere la loro vita sulla pianura troiana e a rimanere uniti per sempre con le ceneri mischiate in una sola, preziosissima urna.

Madeline Miller, studiosa e docente di antichità classica, rievoca la storia d'amore e di morte di Achille e Patroclo, piegando il ritmo solenne dell'epica alla ricostruzione di una vicenda che ha lasciato scarse ma inconfondibili tracce: un legame tra uomini spogliato da ogni morbosità e restituito alla naturalezza con cui i greci antichi riconobbero e accettarono l'omosessualità.
Patroclo muore al posto di Achille, per Achille, e Achille non vuole più vivere senza Patroclo.
Sulle mura di Troia si profilano due altissime ombre che oscurano l'ormai usurata vicenda di Elena e Paride.


LA MIA OPINIONE:

Escludendo i riferimenti presenti nella celebre serie di Percy Jackson di Rick Riordan, La Canzone di Achille è forse il romanzo YA ambientato all'epoca dell'Antica Grecia di cui si parla maggiormente negli ultimi anni - vincitore oltretutto dell’Orange Prize 2013.
Tuttavia devo ammettere che nonostante la reputazione che lo precedesse, prima di iniziare a leggere questo romanzo ero piuttosto scettica. Della stessa autrice ho infatti già avuto occasione di leggere Circe e Galatea e, se il primo non mi abbia fatto impazzire, portare a termine il secondo è stato veramente difficile - nonostante si tratti di una novella.
Quando si tratta però di Antica Grecia, Iliade, Odissea e compagnia bella, non riesco a dire di no. Anche la trama di questo volume ha dunque inevitabilmente colto la mia attenzione e, mettendo da parte le esperienze pregresse con la Miller, ho deciso di darle un'altra possibilità. In questa mia avventura sono stata accompagnata dalla dolcissima Sara del blog Milioni di Particelle - oggi potrete trovare online anche la sua recensione!

Le premesse per un libro meritevole di una tale attenzione effettivamente sono risultate esserci tutte: personaggi interessanti, un dolce romance gay, istanze belliche, e curiosità storiche e mitologiche. La primo merito da riconoscere all'autrice è quello di essere riuscita a bilanciare tutti questi elementi, dedicando a ciascuno di essi ampio spazio di sviluppo senza sacrificarne alcuno. Ciò le ha permesso di non rendere la narrazione pesante, alternando dialoghi divertenti alla descrizione di campi di battaglia, momenti teneri tra i protagonisti e spaccati più teorici sulla mitologia greca.

Lo stile di scrittura è estremamente scorrevole; semplice e lineare ma allo stesso tempo espressivo e dettagliato. Ciò contribuisce alla leggerezza del romanzo menzionata precedentemente, che rende accessibile a un moderno pubblico giovane tematiche che altrimenti potrebbero risultare ostiche e noiose.

Citazione

I personaggi, sebbene presentino alcuni caratteri stereotipati, hanno comunque una propria personalità che li contraddistingue e ne permette una crescita nel corso delle vicende narrate. Il modo in cui vengono gestiti i rapporti tra di essi consente di attualizzare un'epopea senza tempo, portando alla luce possibili retroscena di relazioni tra alcuni dei personaggi più celebri dell'antichità e della letteratura omerica.
Detto ciò, bisogna comunque ammettere che a livello di trama è possibile riscontrare dei momenti più vacillanti, che sarebbero potuti essere trattati diversamente - o omessi del tutto. La Canzone di Achille non si pone mai come precisa fonte mitologica e letteraria, ma afferma sempre la sua natura di romanzo di fantasia liberamente ispirato all'Iliade. Approfittando di ciò, alcuni filoni narrativi potrebbero essere stati intenzionalmente tralasciati senza che nulla venisse tolto alla struttura e all'atmosfera del libro.

Un ultimo elemento degno di menzione è il piccolo riassunto-spiegazione che la Miller ha deciso di includere alla fine del volume. Ella cogli così l'occasione per delucidare nuovamente la natura del romanzo nonché fornire ulteriori informazioni riguardo i personaggi e le scelte da lei intraprese durante la scrittura.
Una volta terminata la lettura per i lettori è cpsì possibile chiudere il cerchio entrantdo comprendendo maggiormente l'intento e l'ottica dell'autrice, riusciendo ad apprezzare tutti i dettagli che magari in un primo momento gli erano sfuggiti.

La Canzone di Achille è un romanzo intrigante, che tiene con il fiato sospeso nonostante buona parte dello sviluppo narrativo sia ben conosciuto al lettore sin dall'inizio. È piacevole, appassionante, e con la giusta dose di storia e virilità.
Assolutamente consigliato per tutti gli amanti della mitologia, della Storia Antica e dei poemi omerici!

━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━


Avete letto questo romanzo o altri ispirati ai poemi omerici?
Sono sempre aperta a suggerimenti su volumi con queste tematiche, quindi non esitate a farvi sentire nei commenti!



A presto,

Silvia

━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━◦○◦━


Ti piacciono le citazioni-immagini come quella riportata in questo post? Segui la bacheca di Pinterest dove vengono raccolte tutte quelle condivise sul blog - è in costante aggiornamento!

You Might Also Like

20 commenti

  1. Una lettura che mi ha da sempre affascinata. E spero di poterlo leggere anche io il prima possibile ☺️☺️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti incuriosisce almeno un po' ti consiglio di recuperarlo; non ne rimarrai delusa!

      Elimina
  2. A differenza tua, io ho amato Circe ed ero curiosa di leggere anche questo romanzo. Ho approfittato dell'offerta ebook della Sonzogno e finalmente l'ho letto. Mi trovi d'accordo. Ho adorato il romanzo, l'autrice è riuscita ad equilibrare bene tutti i fattori storici ed emotivi. Premetto che non leggo di solito romanzi con storie d'amore gay (non perchè abbia qualcosa contro, anzi) ma questa mi ha davvero commosso dal profondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nonostante tutto è impossibile rimanere insensibili alla storia di Achille e Patroclo per come ce la presenta la Miller 😍

      Elimina
  3. E' stato un piacere leggere questo romanzo con te e condividere le emozioni e le sensazioni assieme. E' una storia carina anche se su alcune cose non mi ha convinto pienamente.
    :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come già sai ci sono dei punti che non mi hanno fatto impazzire *coff*risparmiateci l'isola*coff*, ma sono comunque contenta di aver dato una possibilità a questo libro!
      Inoltre ricambio il piacere di aver condiviso con te quest'esperienza; spero di poter replicare in futuro! 💕

      Elimina
  4. Questo libro lo osservo spesso, anche se mi ispira di più Circe. 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personalmente mi è piaciuto di più questo, ma sono comunque due belle letture!

      Elimina
  5. Ne ho letti un paio ma questo mi manca, spero di recuperarlo presto

    RispondiElimina
  6. Ho sempre voluto leggere questo libro, ma non so cosa mi abbia frenata. Lo punto da più di un anno �� comunque ottima recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina! Ogni tanto capita che un volume ci interessi particolarmente ma manchi sempre quella motivazione finale che ci spinga a iniziarlo 🙈

      Elimina
  7. Questo libro è il libreria ormai da quasi un anno e per quanto la voglia di leggerlo sia tanta, non so perché ma tendo a rimandarlo sempre. Con la tua recensione mi hai fatto provare ancora più curiosità verso questo libro, chissà magari potrei finalmente inziarlo in questi giorni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio davvero, vedrai che non te ne pentirai! ✨

      Elimina
  8. Ho questo libro in wishlist da molto tempo, spero di recuperarlo presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È rimasto anche nella mia wishlist per molto tempo prima che mi decidessi a leggerlo, e direi che ne è valsa proprio la pena!

      Elimina
  9. Qualche anno fa c'era stato il boom di questo libro, ma ancora non sono riuscita a leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che riuscirai a trovare un po' di tempo da dedicargli perché merita davvero, specialmente se ti interessa l'argomento trattato!

      Elimina
  10. Ho sentito parlare tantissimo e benissimo sia di Circe che di questo, ma non ho mai avuto modo di iniziarli :(
    Ho letto molti pareri e il.tuo mi sembra quello migliore.. In giro trovavo solo "leggetelo perché è bellissimo!"
    Si ma motiva il tuo parere ahahah
    Detto ciò dopo aver letto la tua di recensione, l'unica cosa che posso fare e farmi il prima possibile una mia opinione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuto la mia recensione! Concordo assolutamente con il tuo punto di vista; non sopporto quando si raccomanda un libro senza fare motivazioni sensate 😓
      Eeeeeh già, direi che non ti resta che recuperarlo! Poi fammi sapere cosa ne pensi 💕

      Elimina

Like us on Facebook

Collaboro con






Awards