Recensione: Mi vuoi sposare? di Elisabetta Belotti

15:13

Buongiorno! La recensione di oggi riguarderà un libro inviatomi gentilmente dalla casa editrice Edizioni Cento Autori, che mi ha dato anche l'opportunità di organizzare un giveaway per voi lettori; avete tempo fino a domenica 26 luglio per partecipare!


Titolo: Mi vuoi sposare?
Autore: Elisabetta Belotti
Editore: Edizioni Cento Autori
Pagine: 176
Prezzo: €7,50
goodreads | sito

TRAMA: Lisa, trentenne wedding planner, ha tutto ciò che aveva sempre desiderato: il lavoro dei suoi sogni, un fidanzato bello e ricco con cui convive, delle amiche fidate. Ma, quando scopre per caso che il fidanzato l’ha tradita, e per giunta con una ragazza dell’Est che, più che una bellezza da copertina, ricorda una Yoko Ono in parrucca bionda, deve rimettere in discussione la sua vita. Affittato un minuscolo monolocale e incitata dalla socia Bea, a sua volta vittima di un amore impossibile, Lisa si immerge nel folle mondo delle single di ritorno, con l’obiettivo di trovare un nuovo fidanzato e, naturalmente, di sposarlo. Solo per scoprire, a sue spese, che gli uomini sul mercato non sono così appetibili come sembrano! Tra primi appuntamenti disastrosi, incontri inattesi, week-end snervanti e un massiccio uso dei social network, Lisa si adatta alla nuova realtà. Riuscirà a ritrovare l'amore?


LA MIA OPINIONE:
Mi vuoi sposare? è libro che fa parte della nuova collana Edizioni Cento Autori A cuor leggero. Questo romanzo rispecchia pienamente il titolo della collana in quanto è una lettura leggera e carina, che si affronta "a cuor leggero". 
« Si chiama “A cuor leggero”, perché coniuga un tema sempre caro al pubblico di lettrici − quello delle storie d'amore − con l'ironia e l'umorismo che caratterizzano il genere letterario della chick lit. »
Così la casa editrice spiega la scelta - azzeccatissima - di questo nome
original cover  

Sin dalla prima pagina si viene catapultati nella vita di Lisa, la protagonista, una wedding planner che incarna il modello della trentenne sempre all'ultima moda che cerca di trovare il suo posto nel mondo lavorativo e non.
Oltre alla protagonista, vengono introdotti altri personaggi, che rappresentano sempre stereotipi di persone che è possibile incontrare nella vita di tutti i giorni.

La cosa che mi è piaciuta maggiormente di questo libro è l'utilizzo frequente di citazioni e riferimenti a film, canzoni, attori e personaggi famosi che creano un'atmosfera di familiarità per il lettore. Questa mi è sembrata una cosa carina anche in vista di una possibile rilettura futura, che permetterebbe di ricordare e scoprire nuovamente ciò che era di tendenza in questo periodo, stampandoci molto probabilmente un sorriso sul volto.

Un'altra cosa che ho apprezzato sono gli accenti marcati che si notano quando un non madrelingua parla l'italiano. Spesso nei libri si allude alla nazionalità straniera di un personaggio ma poi non lo si lascia trasparire nel modo di esprimersi, oppure si sottolinea in modo decisamente pesante e poco carino. In questo caso invece era scritto in modo divertente e per poter apprezzare ancora di più i personaggi in questione.


L'unica scelta dell'autore che all'inizio mi ha fatto storcere leggermente il naso è stato il finale. Non che mi aspettassi che terminasse diversamente, ma semplicemente mi era sembrata una conclusione un po' lasciata a se stessa. Dopo però mi sono resa conto che effettivamente una soluzione differente sarebbe stata fuori luogo in un libro chick-lit come questo.


Voto:
 

Voi avete letto questo libro o avete intenzione di farlo? Fatemi sapere, a presto!

Silvia.

You Might Also Like

3 commenti

  1. anche io ci sono rimasta male per il finale XD io mi aspettavo qualcosa di diverso ecco U_U tuttavia mi è piaciuto, carino e leggero!

    RispondiElimina
  2. Ehi, mi sono iscritta ad un'iniziativa e ho voluto invitarti.. se vuoi ti lascio il link del post così puoi dare un'occhiata :)
    http://ventodilibri.blogspot.it/2015/07/linky-party-di-la-quintessenza-dei-libri.html

    RispondiElimina
  3. Mi sono appena iscritta, che blog carino :) tra le ultime letture comuni vedo i due romani della CentoAutori (io ho fatto al contrario e ho iniziato "Non voglio essere famosa!", poi passerò a questo), Carrie e Opposition! ^^

    RispondiElimina

Like us on Facebook

Awards


Collaboro con